Collant Collant (dal film Compagni di Scuola) – Cover Art 45 giri Launch Project

collant_collant

Dopo il fake poster, che qualche mese fa creai per il film “La palude dal caimano” abbondantemente citato nel film “Troppo Forte” (Carlo Verdone, 1986), torno ancora a sviluppare un artwork dedicato ad una citazione presente in un film di Verdone.

Questa volta ho preso spunto da quello che in molti ritengono il miglior film diretto dal regista romano, sto parlando di “Compagni di scuola”, film corale del 1988 interpretato da Carlo Verdone, Christian De Sica, Athina Cenci, Eleonora Giorgi, Massimo Ghini, Alessandro Benvenuti, Angelo Bernabucci e tanti altri.

Tra i tanti personaggi del film, uno dei più riusciti, è senza dubbio quello interpretato da ChristianDe Sica, ovvero il Ciardulli, un mezzo fallito che partecipa alla rimpatriata con lo scopo principale di racimolare qualche soldo vendendo presunte opere d’arte e raccimolare qualche raccomandazione per coprire i debiti accumulati da una disastrosa carriera da musicista che lo ha visto calcare i palcoscenici con il nome d’arte di Tony Brando e ancor prima con quello di Mike Foster.

Nella scena in questione (che posto su un video che ho appositamente caricato su Youtube), nel pieno della festa, Ciardulli richiama l’attenzione del cinico onorevole Mauro Valenzani (Massimo Ghini) per cercare di farsi aiutare con qualche raccomandazione. Dopo una ricca sviolinata nei confronti del politico, Ciardulli espone il fatto che causò l’interruzionedella sua carriera musicale. Il racconto dell’episodio de “Lo schiaffo d’Anagni” è uno dei momenti più esilaranti del film, Ciardulli descrive all’onorevole di essersi esibito 15 anni prima (quindi nel 1973) durante uno show trasmesso in diretta dalla RAI, con l’esecuzione del brano “Collant Collant” (a detta di Ciardulli, successo premiato con il “Samurai d’argento” in Giappone); colui che allora si faceva chiamare Mike Foster, a fine esibizione, osò sfiorarsi la zona pubica con la mano, scaturendo le ire di un dirigente RAI che dietro le quinte gli allentò un ceffone.

Da qui nasce l’idea di concretizzare la copertina dell’ipotetico 45 giri del brano “Collant Collant” cantato appunto da Mike Foster. Da quel che racconta il Ciardulli – e visto che la festa viene organizzata 15 anni dopo la maturità - “Collant Collant”, in teoria, venne concepito quando egli aveva 19 anni circa; in base a questo dovevo cercare una foto di Christian De Sica in cui era almeno ventenne, ma purtroppo non è stato facile trovarne una di quel periodo, in più adatta alla copertina. Di conseguenza ho cercato all’interno della gallery del sito ufficiale dell’attore, ma la più consona è quella che vedete nella cover art.
Inizialmente avevo sviluppato la grafica con effetti a neon sui testi e sul rettangolo blu, ma poi ho dovuto eliminarli perché la copertina risultava troppo anni ’70/’80 piuttosto che primi ’70.

Da notare il bollino in alto a destra che certifica che il disco ha vinto il “Samurai d’Argento” in Giappone.

Per vedere l`immagine a dimensioni superiori cliccate qui!

Spero che come è stato per la locandina de “La palude del caimano”, anche questo divertente esperimento grafico possa arrivare sotto gli occhi di Carlo Verdone.

Per chi non conoscesse ancora la scena ispiratrice, ecco un video atto ad introdurre il personaggio interpretato da Christian De Sica in Compagni di Scuola: