Giovannona Coscialunga, L`Esorciccio e La Polizia s`incazza – Flano in stile anni `70 Launch Project

20.14.58_giovannona_esorciccio_polizia_incazza

L`idea di realizzare un flano in stile anni `70 per questo celebre trittico, mi è venuta dopo l`ennesima visione de “Il secondo tragico Fantozzi” (Luciano Salce, 1976) durante un recente passaggio televisivo; in questo capolavoro di comicità ricco di momenti cult, c`è una sequenza entrata nella storia che viene più volte citata da tutti noi, naturalmente sto parlando della scena del cineforum organizzato dal cinefilo Professor Guidobaldo Maria Riccardelli (Mauro Vestri). Nel film, Fantozzi e i suoi colleghi sono costretti a visionare dei classici del cinema espressionista russo durante le partite della nazionale di calcio. Dopo l`ennesima proiezione del classico “La corazzata Potemkin” e dopo una serie di umiliazioni ricevute dal Riccardelli davanti ai colleghi e la moglie, il rag. Fantozzi viene chiamato dal suo superiore ad esprimere un commento sul film; in maniera inaspettata, il nostro eroe trova il coraggio ed esclama: “Per me, La corazzata Kotiomkin, è una cagata pazzesca!” La frase innesca la rabbia di tutti i dipendenti, che non esitano a picchiare un Riccardelli, a cui viene incendiata la copia originale de “La corazzata Potemkin”, mentre viene costretto ad assistere alla proiezione in sequenza di “Giovannona coscialunga”, “L`Esorciccio” e “La Polizia s`incazza”. Come potete notare, nella locandina de “La Polizia s`incazza”, il “s`incazza” è posto a mo` di “pecetta”, questo perchè va a nascondere il titolo originale del film, ovvero “La polizia Ringrazia”, film del 1971 diretto da Steno con Enrico Maria Salerno e Mariangela Melato, pellicola da molti considerata la capostipide del genere “poliziottesco” italiano anni `70. “La Polizia s`incazza” è un film che non esiste, ne “Il secondo tragico Fantozzi”, il titolo originale viene modificato per introdurre la battuta successiva.

Per chi volesse stamparsela su un foglio A4, può CLICCARE QUI per scaricarla in formato pdf a 150 dpi di risoluzione.

 

Per chi non conoscesse o non ricordasse la scena tratta dal film “Il secondo tragico Fantozzi”, ve la pubblico qui direttamente da Youtube: